Le Ragioni del Silenzio – Gayle Wilson

Chi mi conosce lo sa.
Non c’è nulla che mi faccia imbestialire più dell’espediente comodo della Gravidanza Indesiderata.
Ma sarebbe meglio usare il passato perchè da ieri sera, ho scoperto con mia grandissima sorpresa, che detesto ancora di più le Gravidanze Desiderate.
Impossibile?
Lo pensavo anch’io e invece……

le-ragioni-del-silenzio_hm_cover_big

La Trama: Inghilterra, 1815/1822 – Un controverso caso giudiziario anima i circoli londinesi: Mary Winters, la giovane governante di Marcus Traywick, è accusata di tentato omicidio ai danni del padrone e, non essendoci testimoni, il verdetto della corte appare scontato. Il giorno del processo, però, il Duca di Vail si presenta in aula e dichiara che l’imputata è sua moglie e pertanto non perseguibile in quella sede. Il caso sembra risolto, ma Mary non può fare a meno di chiedersi come mai l’uomo che un tempo aveva amato con tutta se stessa si sia fatto vivo solo in quel momento.

Ed ora la parola alla giurata – Vi avviserò di eventuali Spoiler strada facendo

Questo libro mi è piaciuto.
E’ piuttosto originale, ben scritto, con personaggi che hanno un certo spessore, non annoia ed è perfetto da leggere proprio ora che comincia il freddo, mentre si sta svaccati sul divano con una bella copertina in pile, una tazza di tè caldo e il cane/gatto a scaldarti i piedi.

Lei, Mary, è la figlia del vicario.
Lui è il secondogenito di una facoltosa famiglia.
Si innamorano, si sbaciucchiano, si abbracciano e poi ovviamente scopano.
E lo fanno proprio nel momento giusto nel senso che lui sta per tornare in guerra. E scusa, vuoi non dare la tua verginità al tizio figherrimo di cui ti sei innamorata prima che parta per la battaglia con il rischio concreto che non torni? Certo che gliela dai. E lo fai anche il uno splendido contesto al tramonto, con gli uccellini che cantano, i tassi che si commuovono e i daini che ti guardano con gli occhi a cuore.

Fatto?
Neanche il tempo di orgasmare che lui deve andarsene ma prima, siccome mica hai trovato Lo Stronzo, no…..lui è buono di cuore, decide di sposarti. Lo fa in una cappella deserta falsificando le firme dei testimoni ma questo non conta. Conta che lui sia così innamorato da sposarti anche se sei la figlia di nessuno.
Poi parte e di lui non si sa più nulla.

Questa è la parte idillio, poi basta.
Dalla partenza di Nick in poi per la povera Mary sono solo cazzi amari.

Sola, abbandonata dall’uomo che ama, costretta a rivolgersi al cattivo per eccellenza, passerà anni interi a chiedersi perchè l’uomo che ama non è mai venuto a cercarla, non ha mai risposto alle sue missive, non la caga di pezza.

Non vi svelo altro perchè se dicessi qualcosa su come lei vive, cosa fa e con chi, toglierei il gusto di leggere questo libro che davvero, secondo me, merita un po’ del vostro tempo.
Ovvio che essendo me medesima non tutto possa essermi andato a genio e di questo vi parlerò a breve, ma ce ne fossero di libri così, che ti portano a capire i comportamenti dei personaggi, che ti prendono e ti fanno arrabbiare, goire, sognare…….
Si, insomma. Avrete capito, a me è piaciuto assai.

Spoileroni e recriminazioni

Ma veniamo a noi donne che si incazzano sempre e alle quali non va bene niente.

Allora….i due scopazzano allegramente nella radura, e non devo certo dirvi io che non prendono alcuna precauzione e che, casualmente, come casualmente capita in ogni romance che si rispetti, lei sta ovulando e lui al posto degli spermatozoi ha dei razzi a propulsione nucleare.
Dopo 9 mesi nasce uno splendido bambino identico al padre (MAI una cazzo di volta che i bambini siano tutti la mamma. MAI).

Ma questa volta la GI non mi ha fatta imbestialire perchè è funzionale alla trama. Il bello arriva ora.

Lui, tornato dalla battaglia, non è andato da Mary perchè, dopo essere stato colpito dalle schegge di una granata che gli hanno trivellato cosce e parti intime, non sapeva se avrebbe mai potuto avere figli e siccome all’epoca non poter procreare equivaleva alla Morte Sociale, lui si è tenuto in disparte nonostante l’amore per poterle permettere di rifarsi una vita.

Quando finalmente a 5 pagine dalla fine lui le confessa questo inconfessabile segreto lei gli chiede solo se il suo membro è ancora attivo o meno, perchè tanto un figlio, per giunta maschio, ce l’hanno già e quindi fottesega, l’importante è che si riesca a scopare e poi sai….le vie del Signore sono infinite.

E giù di sesso sfrenato come fossero due adolescenti per ore, ore, ore (notare che lei sta cercando il figlio rapito dal pazzo con cui viveva e quindi fossi stata io l’ultima cosa che avrei avuto in mente sarebbe stato il sesso). E mentre scopano entrambi pensano: “Dai che magari ne facciamo un altro”.

Poi lei viene colpita al fianco da un proiettile e quando il medico esce dalla sala dopo la visita incontra Nick e gli dice “Guardi va tutto bene, il bambino sta bene”. E giù lacrime.
Il Figlio del miracolo.

MAVAFFANCULOVA !!!!!!!

Perchè ci voleva, immediatamente, senza alcuna logica, il secondo figlio che non so nemmeno quando sia stato concepito e non mi interessa, atto a dimostrare che Lui non è un uomo finito.
Un gran peccato perchè se prima era un 8 ora è un 7,5 perchè passi la Gravidanza Indesiderata irritante, la ma Gravidanza Desiderata Miracolosa non si può sentire.

In poche parole

Amore, rancore, sacrificio, pericolo, bambini irritantemente tranquilli….qui c’è tutto e anche fatto bene.

Poschina

Annunci

One thought on “Le Ragioni del Silenzio – Gayle Wilson

  1. Pingback: Il Listone – Ottobre 2016 | La Leggivora

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...