La Via della Seduzione – Alison Delaine

Ho dovuto attendere. Ho dovuto sopportare libri pessimi e libri meravigliosi prima di poter esultare come una preadolescente al concerto di Violetta. Ho dovuto passare ore sul Kindle Store alla ricerca della trama perfetta, quella che mi avesse fatto subodorare immediatamente di essere al cospetto di un libro che mi avrebbe finalmente riportata ai fasti di rabbia pura, incontrollata, selvaggia. Rabbia provocata dall’espediente comodo degli espedienti comodi che qui però non è usato come espediente comodo: La Gravidanza Indesiderata.
Perchè sì, ne avevo trovate altre, ma c’è GI e GI.
Questa, anzi….queste, sono della specie migliore: le Figlie della Pirlaggine.
Ma veniamo a noi.
E “Veniamo” non è usato a caso.

downloadLa Trama: Francia/Inghilterra, 1768/1769 – Quando Millicent Germain si ritrova a Parigi sotto le mentite spoglie di un giovane e ambizioso medico alle dipendenze di un nobile dissoluto, si sente come un marinaio su una nave in balia di una tempesta. Eppure deve resistere, perché quell’impiego le serve per raggiungere Malta e la Scuola di Anatomia e Chirurgia che le permetterà di imparare i segreti del mestiere. Ma curare un famoso libertino senza fargli capire di essere una donna si rivela un’impresa molto più difficile del previsto… Perché gli occhi neri come il peccato del Duca di Winston sembrano sondarle l’anima a ogni sguardo, e quando le sue mani esperte la sfiorano, in modo tutt’altro che casuale, accendono in lei desideri inimmaginabili e risvegliano con prepotenza la sua femminilità. E quella è una complicazione a cui Millie non aveva proprio pensato…

Ed ora la parola alla giurata

Sono qui, alle 10.33 di un lunedì mattina qualunque, mentre inuzppo una brioches confezionata arricchita da me medesima con un copioso strato di nutella in un tazzone di latte macchiato, con le lacrime agli occhi per aver appena concluso questo libro, che potrei annoverare, in un certo qual senso, nella categoria “Lammerda che piace”.

Anche se non è proprio merda e non piace nemmeno più di tanto.
Ma allora, perchè tutta questa emozione?

Perchè questo romanzo raccoglie tutti i clichè del genere. TUTTI i clichè del genere. Quindi è una mia responsabilità parlarne a ruota libera SPOILERANDO alla grande in continuazione, senza remore, senza freni e senza trattenermi minimamente. Perchè giuro, ne vale la pena.

Clichè n. 1: Millicent è una donna moderna e trasgresiva che vuole fare il medico. E questo mi riporta a quando adolescente guardavo la “Signora del West” e trovavo atraente il maschio di turno, con quella pettinatura oggettivamente imbarazzante e anche il suo buonismo da quattro soldi che, chissà come mai, a 14 anni trovavo estremamente affascinante. Comunque. La nostra eroina si traveste da uomo per poter raggiungere Malta ed iscriversi alla scuola per chirurghi e guadagnarsi il pane con la suddetta professione. Ovviamente ha una Sad Story ed altrettanto ovviamente non ci viene sviscerata subito ma briciola dopo briciola durante tutto il libro.

Clichè n. 2: Winston è il classicissmo libertino che cerca di redimersi dopo essere scampato alla morte x puro culo. Assume tale Miles come medico ed immediatamente si rende conto che è una donna, invece di fanculizzarla e sbatterla fuori di casa, se la tiene come guilty pleasure della stagione, salvo poi cominciare a trovarla davvero attraente ed a provare una fortissima attrazione sessuale. Ma anche lui ha la Sad Story che consiste nell’aver ingravidato, una quindicina di anni prima, la miglior amica Cora di cui era innamoratissimo il di loro miglior amico Edward. La povera Cora, super-ovviamente, resta incinta alla prima botta, porta a termine la GI salvo poi perdere il bambino poco dopo il parto e rischiare di lasciarci anche le penne. Si sposerà con Edward e non riuscirà a portare a termine nessuna delle 200 gravidanze che si instaureranno, alimentando il senso di colpa in Winston.

Siccome è rimasto traumatizzato da questo accadimento, il bellissimo, ricchissimo, libertinissimo Winston, ha deciso che non sedurrà mai più una vergine. Inutile dirvi che il proposito resiste sì e no 15 pagine, poi la slingua avidamente, le titilla i capezzoli, le sbatte la verga (non sappiamo le dimensioni) sul culo e la fa orgasmare a suon di “movimenti circolari sul bocciolo segreto”.

Clichè n. 3: Millie è rimasta traumatizzata dal sesso in quanto il suo ex datore di lavoro l’ha molestata. Ciò nonostante, appena Winston la tocca lei diventa zoccolerrima e gli si attacca a pompa come in ogni romance che si rispetti.

Clichè n. 4: Winston cerca di resistere alla tentazione di infilzarla dispensandole orgasmi di diverso tipo fino a che non sarà lei ad implorarlo letteralmete di scoparla a sangue. E qui parte la dimostrazione di Pirlaggine che più Pirlaggine non si può: ricapitolando….
Lui non vuole mai più ingravidare una vergine, Lei è UN MEDICO. E lo scrivo in Caps Lock e grassetto perchè è il perno di tutta la questione.
Nonostante ci siano le premesse per un sesso soddisfacente e consapevole LUI LE VIENE DENTRO.

E non finirò mai di delziarmi nello scriverlo.
Lui le viene dentro.
Lui le viene dentro.
Lui le viene dentro.

Ora sono soddisfatta. Perchè solo un cretino può menarmela per 150 pagine col fatto di essere rimasto traumatizzato da quello che è successo a Cora e poi ripetere a 15 anni di distanza lo stesso errore con una donna che si vanta di essere un medico !!!! Ossia qualcuno che dovrebbe conoscere le basi dell’ingravidamento umano che si riducono al mantra: NON venirle dentro.

Clichè n. 5: Lei è, casualmente, in quei 3/4 giorni del ciclo di una donna in cui è fertile. Scopano 4 volte; ripeto: 4 volte e poi basta perchè c’è la solita menata del BM per il quale lui crede che a lei fottesega e lei crede che a lui fottesega, quindi lei si imbarca su una nave e lui la segue perchè non lo so; ma che non è intelligentissimo lo abbiamo capito tutti dal fatto che Le Viene Dentro Ogni Fottuta Volta Che Scopano.

Dimenticavo di dirvi che la nostra adorabile sveglissima Millicent è anche stata più volte malmenata, una dal fratello che l’ha letteralmente corcata di botte e l’altra dal cpitano del vascello che ha piratato (potete tranquillamente scoppiare a ridere ad alta voce) che l’ha selvaggiamente frustata lasciandole i segni delle vergate sulla schiena.

Clichè n. 6: Lei è gravida (e qui parte la canzoncina che annuncia la vincita di un premio da un milione di dollari in quanto miliardesima vergine che si fa ingravidare alla prima botta) ma non lo dice a Winston perchè tanto lui non la ama. Winston si imbarca sul vascello sul quale lavora Millicent e fa il marinaio solo per poterle dire quanto la ama appassionatamente. E anche qui sottolineerei che non si è mai visto un fottuto nobile abbassarsi a lavori umilianti quali il marinaio comune.

Clichè n. 7: Il vascello viene attaccato dai pirati, c’è un combattimento, lei rischia la pelle e nonostante sia stata ferita, abbia perso un sacco di sangue, sia stata curata con erbe strane, sia rimasta per giorni tra la vita e la morte NON perde il figlio della colpa ma anzi, ci guadagna anche la dichiarazione d’amore stucchevole che si conlude con la confessione di essere gravida e una profusione di miele d’acacia che mi ha letteralmente disgustata.

Clichè n. 8: Epilogone noioso con tutti felici, contenti e gravidi. AMEN.

In poche parole

Le gravidanze indesiderate così irritanti da essere per la sottoscritta un richiamo impossibile da ignorare.

Poschina

p.s. Il libro si legge bene, è tutto sommato piacevole e io fossi in voi una possibilità gliela darei. Però tutta la storia su navi e pirateria NON si poò sentire!!!! C’è un limite a tutto…..

Annunci

3 thoughts on “La Via della Seduzione – Alison Delaine

  1. Pingback: Il Listone – Settembre 2015 | La Leggivora

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...