Una Proposta Indecente – Emma Wildes

Recriminazione: ho ordinato due libri di Georgette Heyer che non arrivano ed io mi aggiro per casa in uno stato febbrile, perchè Voglio Leggere la Heyer Adesso, non tra dieci giorni. Poste Italiane – Io Ti Odio ! Quanti giorni ci vogliono per consegnare due libri da Roma a Milano? Bastardi.

In attesa di poter finalmente realizzare il sogno, mi lancio nella rilettura di un classico dei classici….

Uno dei primi romance che ho acquistato è stato “Lezioni di Seduzione” di Emma Wildes, che è anche una bella donna con un’idea di romanticismo molto simile alla mia, infatti all’inizio dell’edizione inglese di “An Indecent Proposition” c’è questo ringraziamento:

“For Chris, for all the times you taken the trouble to not disturb me at my desk. Flowers are romantic, a bottle of wine is nice, but that is the definition of thoughtful. So, you see, I did notice.”

Ho letto solo due libri di Emma, i due che hanno tradotto nel mio idioma ed entrambi mi sono piaciuti, ma la mia spicccatissima preferenza va a Caroline Wynn e alla sua proposta indecente.

emma

La Trama: Inghilterra, 1820. Tutti ne parlano in città, è il pettegolezzo più succoso del momento… I due scapoli più ambiti di Londra hanno fatto una scommessa per determinare chi sia il migliore degli amanti. Ma quale donna dotata di bellezza, intelligenza e giudizio accetterebbe mai una simile sfida? Sicuramente non lady Caroline Wynn, uno degli esseri più pudici e riservati che la buona società abbia mai conosciuto. Nessuna macchia adombra il suo passato, ma smentendo ogni previsione, la donna si fa avanti. Nel corso di due settimane, ciascuna trascorsa con uno dei due uomini, Caroline dovrà decidere chi tra di loro sia l’amante più raffinato.

Ed ora la parola alla giurata

Ci sono due uomini: Nicholas Manning – Sesto duca di Rothay e Derek Drake [che a me sembra il nome di un personaggio uscito da Perry Mason] – Conte di Manderville. Sono entrambi bellerrimi, sexerrimi, scopatori seriali di donne bisognose d’affetto, apparentemente cinici, maschi fino al midollo e refrattari al matrimonio. Il primo è alto, moro con occhi scuri, con delle bellissime gambe lunghe e muscolose, il secondo è alto, biondo con occhi azzurri, con delle bellissime gambe lunghe e muscolose. [per chi non l’avesse capito a me piaccioni le gambe lunghe e muscolose perchè mi fanno pensare immediatamente al Sesso Al Muro, pratica che ho personalmente sperimentato e dalla quale ho ricavato piacere ed escoriazioni alle scapole in egual misura].

Una sera, completamente ubriachi, scommettono su chi di loro sia l’amante più capace dell’Inghilterra e da quel giorno a Londra non si parla d’altro.

Poi entra in scena il genio.
Caroline è una donna giovane, bellissima, formosa ma snella, rossa di pelo, una vedova che si crede frigida perchè il marito che in pratica la volentava ogni scrosanta volta, le ha sembre detto che era un pezzo di ghiaccio incapace di provare piacere.
Siccome Lady Wynn è particolarmente intelligente oltre che bella, le viene in mente che forse, per capire se è davvero frigida o meno, dovrebbe farsi scopare da chi lo sa fare bene e allora cosa le viene in mente?
Di scrivere una lettera ai due contendenti per offrirsi come giudice.

GENIO !!!!!!
Caroline io ti venero. Ma che cazzo!!!!! A me non capita mai… non è giusto!!!! Non è giusto!!!! Mai che io mi trovi ad essere scopazzata selvaggiamente da due uomini bellissimi per poi poterne scrivere al fine di decretare chi di loro mi ha soddisfatta di più.  Ci credo che si è offerta su un piatto d’argento, quale donna sana di mente non l’avrebbe fatto?

Quando si incontrano in una lurida taverna per mettere a punto il piano, tra Nicholas e Caroline scorre una certa intesa, quell’elettricità che prelude a mutliorgasmi e membri sovradimensionati turgidi. Lo capiamo dagli sguardi, dai gesti, dai sottintesi….. e la nostra temperatura corporea sale…sale…sale…. e dio solo sa quanto è bello quando si legge e si avverte tutto questo senso di anticipazione e si comincia a fantasticare su quello che avverrà nelle pagine seguenti e quando poi quello che succede è all’altezza delle aspettative, allora ecco che nasce quell’intesa che non morirà mai. Quell’intesa che ti spinge a prendere il libro e metterlo tra i comfort books, per quelle giornate buie, per i pomeriggi freddi, per le notti nelle quali non riesci a dormire.

Spoiler – pochi ma buoni

Comincia il gioco del “chi va per primo?” e alla fine si decide che Nicholas si sacrificherà e si porterà Caroline in una delle sue 4000 tenute, una piccola magione isolata nella quale dedicarsi solamente ai piaceri della carne [sospiro].

Arrivano alla magione e fanno il solito gioco delle parti del genere “Bella giornata!” – “Eh, abbastanza, anche se non ci sono più le mezze stagioni”…. prima che lui già completamente eccitato le mette la lingua in bocca solo per accorgersi che lei non sa che farsene della sua lingua e invece di pensare che è capitato con la sfigatona di turno, lui lo trova intrigante [faccia allibita].

Comincia una lenta danza di seduzione che, ammettiamolo, ti fa venire voglia di strappargli quei meravigliosi pantaloni dalle altrettanto meravigliose gambe e leccarlo tutto manco fosse un calippo al limone. Perchè lui è sì maschio fino al midollo, ovviamente Alpha, è sì un uomo che non deve chiedere mai, ma è anche dolce, tenero, passionale, generoso, slinguazzatore seriale, titillatore magistrale di clitoridi, ma soprattutto, uomo che è stato massacrato dalla vita.

E io amo il modo in cui certe autrici riescono a farmi provare compassione per un figlio di papà che non fa un cazzo nella vita, è nato bello, ricchissimo, col cazzo grosso, vive sguazzando nei privilegi e, sulla carta, sarebbe da abbattere con una fucilata. Non so come ci riesca la cara Emma ma ce la fa, e quando scopro cosa lo ha reso cinico e disilluso dall’amore, la parte razionale di me sghignazza e urla “mavaffanculova” ma la parte emotiva , quella che pensa a lui come ad un grosso, succoso calippo al limone, quella si commuove e pensa “vieni a posare il divino volto tra le mie tette, che ti consolo io”. [sospiro].

Prima di arrivare alla fatidica scopata con orgasmo simultaneo e spermatozoi sparati in vagina (bello sì questo Nicholas, ma non particolarmente sveglio considerato che non vuole farsi incastrare in un matrimonio riparatore ma le viene sempre, costantemente e irrimediabilemente dentro) assistiamo a tutto il repertorio i prestazioni sessuali senza penetrazioni per il solo gusto di immaginarci al posto della bella rossa.

Dal fronte Derek Drake veniamo a  scoprire che lui la scommessa l’ha fatta perchè aveva appena letto che la pupilla dello zio di cui è innamorato fracico si era appena fidanzata con uno stoccafisso ed ha pensato bene di ubriacarsi come un adolescente infoiato. Un anno fa l’aveva baciata, poi, guardandola in faccia e rendendosi conto che lei lo amava, è stato preso dal panico, si è buttato tra le braccia di una zoccola e si è fatto beccare in serra o nella sala della musica – non è importante – mentre le succhiava magistralmente le tette. La piccola Annabel ora lo odia e medita vendetta fidanzandosi con lo stoccafisso.

Non voglio spoilerare oltre ma….
…. vi do un paio di indizi.
– Caroline è filodepressa perchè in anni ed anni di soprusi matrimoniali non è mai rimasta incinta, quini crede di essere sterile.
– Nicholas è convinto che tutte le donne lo vogliano inculare quindi si tiene a distanza.
– Annabelle è convinta che Derek sia un libertino stronzo e privo di sentimenti
– Derek è convinto che Annabelle non lo voglia vedere nemmeno in foto.

Dopo queste dichiarazioni, secondo voi, come potrà andare a finire?
Brave!!!! Finisce esattamente come lo avete appena figurato.
Squilli di tromba – fiorellini – sorrisi – applausi.

A me, Nicholas Manning – Duca di Rothay – mi piace assai.
Capisco che mi piace assai perchè quando leggo di lui, ho problemi a scendere a patti con il fatto che sia un personaggio fittizio, entro i casa, guardo il mio compagno e sospiro scuotendo leggermente la testa, un po’ come quando disapprovi qualcosa, ma non tanto da metterti a gridare perchè sei ormai rassegnato all’evidenza. Non mi cpaita mica con tutti, ma quando capita è meraviglioso.

Emma Wildes ha il pregio di essere suficientemente originale da farsi leggere con grande piacere anche da chi ha un’intera biblioteca di libri romance alle spalle.
Scrive bene, le scene erotiche sono coinvolgenti al punto da farti letteralmente sospirare e il romanticismo [questo è un libro estremamente romantico, non dimenticatevelo e non aspettatevi altro se non l’avete ancora letto] non è mai stucchevole. Il lieto fine è lieto ma non da mazzate sul retro delle ginocchia, le donne sono “damine bisognose d’affetto” ma anche, per quanto possibile, coraggiosi esempi di femmina.

Che dire?
E’ in vendita su Amazon a 2.99, fossi in voi lo comprerei immediatamente.

In poche parole

Un grande, succulento calippo al limone [sospiro].

Poschina

Annunci

12 thoughts on “Una Proposta Indecente – Emma Wildes

  1. Recensione sontuosa 🙂
    Adoro questo romanzo che si potrebbe quasi definire “corale” e adoro la Wildes.
    Non è da tutti la capacità di nutrire ad ogni pagina il senso di anticipazione di cui parlavi e alla fine soddisfare pienamente il lettore. Lei ci riesce, è magistrale, non ti lascia con la frustrante sensazione del coitus interruptus emozionale che invece è prerogativa di molte sue colleghe.

    p.s. non essere troppo dura con Nicholas e le sue eiaculazioni……c’ha dato perchè in fondo pensava che lei fosse sterile no?? ovvio (trovo sempre una giustificazione ai gesti inconsulti degli strafighi) 😀 😀

    Mi piace

    • Io a Nicholas perdono tutto, compreso il farsi incastrare da una bellissima rossa. Al suo posto, l’avrei ingravidata anch’io.
      Cmq. sì.
      La Wildes è davvero brava, mi piacciono le storie, come scrive, la capacità di affrontare la “Questione femminile” senza annoiare e poi le scene erotiche sono spettacolari….. 🙂

      Mi piace

  2. Azzo!
    Scrivo un po’ a disagio perchè, dopo aver letto la tua recensione, ho voluto rispondere subito, senza prima andare in bagno a cambiarmi l’INTERVALLO VELO.
    Ma la colpa è tutta la tua e dei tuoi Calippi al limone.
    Avvertire prima no?
    Qualcosa tipo “Recensione VM18” …
    Una sola cosa non mi trova d’accordo: Emma Wildes NON è una scrittrice di comfort book.
    Anche l’altro suo romanzo, “Lezioni di seduzione” (che, sinceramente, m’è piaciuto ancora più di questo), ha la capacità di innalzare la temperatura a livelli ben superiori a quelli del comfort.

    Liked by 1 persona

    • Beh, ma io trovo confortante anche l’eccitazione. Sapere che leggendo i suoi libri la mia temperatura corporea si alzerà di un paio di gradi e comincerò a fantasticare su cosa fare quando torno a casa la sera, o quando il compagno si sveglia, o da sola…
      Poi certo, se sono depressa allora ho voglia solo di qualcuno che mi abbracci e mi coccoli prima di far innalzare la temperatura….

      Ah…. il calippo al limone, quante soddisfazioni….

      Mi piace

  3. Anche io ho letto “lezioni di Seduzioni” e “proposta indecente”….e lascio a te l’immaginazione per capire cosa abbia provato e cosa mia sia successo!!!!!!!!!!!
    Un pentolone in ebollizione; tanta tanta roba!
    Uomini del genere devono essere per forza inventati, perchè altrimenti qualcuno deve dirmi dove andarli a cercare.
    Recensione che rispecchia il libro! Eccitante!

    Liked by 1 persona

    • Si sono estinti con l’avvento del novecento, purtroppo….
      Questa autrice ha la capacità di eccitare senza strafare, è vero che nei libri si parla apertamente di sesso, ma lo fa in modo non volgare e riesce anche a raccontare storie che appassionano, al di là dell’eccitazione imperante.

      In “Lezioni di seduzione” io adoravo Robert e Rebecca, penso che la loro storia sia adorabile e la scena in cui lei lo seduce in carrozza semplicemente deliziosa…. 😀

      Mi piace

  4. Pingback: Il Listone – Ottobre 2014 | La Leggivora

  5. Ho scoperto oggi il tuo blog e mi piace molto.
    Questo libro l’ho letto anche io e mi è piaciuto molto. Della stessa autrice ho letto anche “Lezioni di seduzione” bellino pure quello! 😀

    Mi piace

    • Siiiii !!!!
      Mi sono piaciuti tutti e due, Emma è molto brava, peccato che ci siano solo due libri in Italiano….
      Sto aspettando che esca qualcosa di nuovo, speriamo accada presto 🙂

      Sono contenta che ti piaccia il mio blog….

      Liked by 1 persona

  6. Pingback: Cinque Giorni, Cinque Notti – Bronwyn Scott | La Leggivora

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...