Ballando con il Fuoco – Edy Tassi

Parliamone.
Siamo in pieno work in progress.
Sono al 38% del libro e sono delusa in maniera imbarazzante.

E’ vero. Sono una donna con pretese altissime, che detesta vengano disilluse. Io, se leggo una profusione di 5 stelle e parolone come “emozionante” – “straordinario” e “finalmente”, mi immagino determinate cose. Quando mi rendo conto che di questa magnificenza, non c’è che una pallida ombra, mi incazzo. E quando mi incazzo divento sarcastica, poi stronza, poi rassegnata. Ora sono in fase sarcasmo, ma non sono arrivata nemmeno a metà libro… c’è tutto il tempo per imbestialirsi.

download

La Trama: Un uomo siede al centro della stanza, in attesa. Nel silenzio, un rumore di tacchi femminili gli stuzzica i sensi. Lo spettacolo sta per cominciare… e nulla sarà più come prima. Arianna Radburn ha una doppia vita: ballerina instancabile di giorno presso una delle compagnie di danza più prestigiose di Londra e creatura conturbante di notte, quando, con il nome di Sweet Thunder, mostra il suo corpo perfetto all’Icing on the Cake. Ma gli occhi famelici degli uomini non l’hanno mai eccitata, finché non riceve una proposta sconvolgente: esibirsi per un unico cliente, notte dopo notte, dietro lauto compenso. A sconvolgere Arianna non è tanto la natura della proposta, ma l’uomo che gliela fa. Nicholas Morgan, infatti, è il suo visionario coreografo. Un uomo bellissimo, affascinante e implacabile in sala prove. Che ha una regola ferrea: mai fare sesso con una delle sue ballerine.

Ed ora la parola alla giurata

Al termine delle prime due pagine stavo per gridare allo scandalo perchè sono la fotocopia dell’incipit di Flashdance. Poi la cosa viene dichiarata apertamente e la rabbia è scemata. Superata la rabbia, mi trovo improvvisamente intrigata dalla trama.

Spoiler come se piovesse

Lei è una ballerina bravissima ma troppo tecnica. Lui è un coreografo bellerrimo, fisicaterrimo e ricco come Creso, tuttavia ha un pessimo rapporto con il padre (che palle) quindi rifiuta i suoi soldi. Lei, in compenso, ha una madre che le ha insegnato ad usare il sesso come merce di scambio ed oltretutto le servono 50mila sterline quindi la povera ballerina (tonica, con due tette ed un culo da urlo) si esibisce la sera in uno stip-club. Lui la vede e si eccita immediatamente e decide di assumerla per spettacoli privati. Lei accetta a patto che si rispetti la regola dell’Icing on the cake di “non toccare”.

Ecco l’unica cosa, in una trama tutto sommato banale come quella di un Harmony (scommetto entrambi i miei capezzoli che finirà con un anello e una gravidanza), che avrebbe potuto realmente farmi rimanere incollata alle pagine, una dopo l’altra, imprigionandomi in una spirale di desiderio ed erotismo. L’idea che lui muoia di desiderio per lei, ma si accontenti di vederla ballare solo per lui, mentre lei che spasima dalla voglia di farsi sbattere, lo tenga a distanza in un gioco erotico raffinato e conturbante.

Peccato.
Peccato che già al secondo spettacolino lei glielo prenda in mano e lo faccia venire con un segone degno di Youporn. Peccato che prima del terzo spettacolino lei riceva il Best Cunnilingus Ever e che lo spettacolino in questione si concluda con una meravigliosa, coinvolgente, multiorgasmica scopata. Con la novità del multiorgasmo maschile. Not Bad!!!

Quindi tutto ciò che avrebbe potuto intrigarmi si è bruciato nel giro di cinquanta pagine ed io mi domando “da qui a pagina 400, mi toccherà leggere una serie di amplessi pseudo-fotocopia con tanto di seghe mentali dei protagonisti? Quante volte sarò costretta a leggere che lui non si è mai sentito così bene “sprofondando dentro una donna” prima di esasperarmi e lanciare il kindle giù da una rupe in Sparta Style? Quanti multiorgasmi dovrò subire? Quanti “membri granitici” e quanti “clitoridi turgidi” dovrò sopportare prima del sicuramente patetico lieto fine?

Oltretutto temo che non si tratterà soltanto di tollerare un Harmony ricco di penetrazioni vaginali (quelle anali non sono ancora arrivate e dubito seriamente che arriveranno mai), ma ho il fondato terrore che alle performance erotiche si aggiungerà il BM generato da un giornalista che li spia mentre scopano e il mio cervello piange per l’occasione sprecata. Piange e sanguina. Ma ora, lasciamo che il libro faccia il suo corso. Ci rivediamo alla fine, sperando vivamente di doverci ricredere su tutto.

* dimenticavo. In tutto ciò lei si fa pagare 1000 sterline a botta. Chiamala scema!!!

____________________________________________________________

Finito.
100%
Impressioni negative confermate?
Più o meno.

Ho appena scoperto che se avessi letto un’altra volta la locuzione “Spasmo all’inguine”, avrei dato di stomaco. Nel libro è ripetuta almeno 50 volte.
50. Non dieci.
A parte questo, grazie a dio nella seconda parte del libro, diminuiscono esponenzialmente le descrizioni dei rapporti sessuali e se ne guadagna in trama.
Scopriamo qualcosa di più sul passato di Nicholas e di Arianna.
Niente di nuovo, tutto perfettamente conforme ai clichè di genere, ma almeno c’è una logica.
Certo, c’è una logica nella psicologia dei personaggi ma si inanellano una serie di buchi neri per quanto riguarda la possibile veridicità delle situazioni. Insomma, dai !!!! La matrigna che ci prova con il figliastro? Ma dove siamo; in Pretty Little Liars?
Per non parlare di Arianna che pur di dare i soldi a quella grandissima stronza della madre è pronta a vendersi l’anima. No. Non ci siamo.

Tuttavia, voglio essere onesta.
Il libro si legge bene, non è sintatticamente scorretto o povero, non è per niente noioso ed ha un gran potenziale che però, a parere mio, non viene minimamente sfruttato. Il mondo della danza è appena sfiorato, così come il complicato rapporto di desiderio/amore che si sviluppa tra i protagonisti.

Edy Tassi sa scrivere. Alcune scene erotiche sono coinvolgenti, la mia preferita resta la prima, quella nella quale Nicholas si eccita guardando Arianna esibirsi all’Icing on the Cake.
La storia, anche se inverosimile, tutto sommato regge. Certo, bisogna abbandonare una buona parte della ragionevolezza che contraddistingue la nostra specie, ma non ci sono assurdità che mi hanno fatta bestemmiare in turcomanno.

Arianna per fortuna si discosta dalla tipica donnina uomodipendente, imbranata e scema che domina la scena nel romance moderno, ma anche qui siamo fermi alla caratterizzazione sessuale multiorgasmica stile Harmony e all’uomo perennemente eccitato (ricordiamoci che sono sempre erezioni al limite dell’umano) al solo pensiero della donzella.

No.
Non darei cinque stelle a questo libro.
2,5 sì, cinque no.

Donne che siete all’ascolto, una domanda per voi.
Ma i vostri capezzoli, quando vedete (e badate bene che ho detto vedete e non toccate) un uomo sexy, diventano immediatamente di ferro e premono dolorosamente contro il tessuto del reggiseno/vestito?
No, perchè a me questo effetto lo fanno solo i corridoi gelidi del mio ufficio in inverno. Non vorrei scoprire solo ora di avere un problema di reattività capezzolare.

Tra l’altro, ho appena perso i capezzoli perchè non si sposano e lei non è gravida. Incredibile vero? Ok, scopano in macchina in mezzo a tutti ed inutile dirvi che poco ci manca che lei orgasmi solo grazie alla di lui presenza, ma la scommessa l’ho persa lo stesso.

Per fortuna ho una scorta di capezzoli di ricambio che ora avviterò sulle mie adorate/odiate tette.

Non so se mi sento proprio di consigliarlo. Io per Nicholas non ho sbavato proprio per niente, e non mi sono appassionata più di tanto alla storia, perchè manca di quell’attesa erotica che mi avrebbe sicuramente intrigata moltissimo. Arianna non è il tipo di donna nella quale amo ad identificarmi, ci ho provato ma non ci riesco. Sorry ma è così.

In generale, se voglio leggere qualcosa di erotico, con tanto di descrizione degli amplessi, mi leggo i libri di Miss Black; alcuni dei quali ritengo semplicemente adorabili e che non hanno pretese intellettuali/morali. Intrattengono, fanno divertire e, in alcuni casi, riescono ad appassionare.

Non so nemmeno se possa definirmi delusa o meno. In fondo non mi è dispiaciuto, sono sicuramente meno rabbiosamente accanita di quando ho cominciato questo post, ma dalle recensioni mi aspettavo qualcosa di più profondo e di molto più intrigante.
Peccato.

Ora la domanda sorge spontanea, dopo essere incappata in una serie di libri deludenti, ce la farà “Cambio Gomme” a riappacificarmi con la lettura?

In poche parole

Come diceva Giacomino, la felicità è tutta nell’attesa.

Poschina

Annunci

8 thoughts on “Ballando con il Fuoco – Edy Tassi

  1. Un libro senza infamia e senza lode che tuttavia non mi ha fatto toccare l’abisso della delusione come Mr. Sbatticuore.
    Anch’io ho da leggere Cambio Gomme, speriamo bene…Ma prima, per risollevare quest’estate devastante (metereologicamente parlando), mi sa che mi butto su un Sebastian (troppo fighi i Sebastian dei romance), magari il mio adorato St. Vincent.

    Hai mai pensato di scrivere un romanzo? Lo leggerei 🙂

    P.S. mai sofferto di capezzolite precox ahahahahah

    Mi piace

    • Io mi sento mortalmente in colpa per Mr Sbatticuore. L’ho letto in inglese e lo stile brioso, divertente e sfacciato mi ha fatta gridare al Miracolo. L’ho sbandierato a tutti come divertente e piccante; quando ho provato a leggerlo in italiano mi sono frustata dalla disperazione. Banale, piatto, noioso, stupido. Una delusione su tutti i fronti.

      Ahahahaha, i Sebastian sono i migliori, danno sempre porche soddisfazioni 😉

      Ho scritto diversi racconti e addirittura un romanzo, che in un momento di autocelebrazione ho persino pubblicato. Ho anche pensato di recensirlo ma poi tutte le volte che cominciavo a scrivere mi riducevo ad una serie di insulti pesanti alla scrittrice (che poi sarei io) e ci ho rinunciato. Ma non si sa mai… se avrò il coraggio di rileggerlo potrei anche autoaccanirmi con una recensione 😛

      Per ora Cambio Gomme non sembra male, vedremo se continua bene come promette.

      Mi piace

  2. ahahaah…. oh mio dio…. credo di amarti…. ahahahaha….
    non ho letto il libro ma questa recensione mi ha letteralmente spaccato… ahahah
    sto male dal tanto ridere…
    ora non posso non andare a leggerne altre…

    Mi piace

  3. Pingback: Il Listone – Agosto 2014 | La Leggivora

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...