Seraphina _ La Ragazza con il Cuore di Drago – Rachel Hartman

Forse sarebbe il caso che tornasse la moda ottocentesca del Romanzo a Puntate. Almeno invece di essere costretta ad attendere 3 anni prima di leggere il seguito di un libro che mi è piaciuto parecchio, mi basterebbe attendere l’uscita del periodico prescelto per la pubblicazione  e sarei molto, molto più felice. Posto che qualcuno mi spieghi perchè non siamo più in grado di scrivere libri auto conclusivi ma siamo costretti scrivere un seguito di tutto, anche di libri che in realtà non ne sentivano alcun bisogno. Certo, il Dio Denaro è una spiegazione, ma non credo sia solo quello.

Se Charlotte Bronte non ha ritenuto necessario raccontarci la vita di Jane ed Edward post matrimonio, non capisco perchè oggi lo scrittore medio al contrario sia convinto che il lettore vuole a tutti i costi sapere cosa succede dopo. No. Non è così. Spesso e volentieri, il dopo, non ci interessa. Spesso e volentieri, se la storia è bella, scritta bene, con personaggi interessanti e con un finale degno, il dopo non è necessario. Sarebbe un aggiungere qualcosa che non serve per qualcuno che non l’ha chiesto.

Tutto questo pappone perchè ho appena letto l’ennesimo libro che non finisce ma che anzi, ad essere proprio sinceri, comincia nelle ultime dieci pagine. Il resto è un prologo enorme, necessario per farci capire le motivazioni che spingono i protagonisti ad agire in un determinato modo, un libro nel quale arrivi alla fine con una fotta terrificante di leggere il seguito per poi scoprire che il suddetto atteso seguito, uscirà, in lingua originale, nel 2015 (così almeno pare dalle ultime news). Cioè tra un anno !!!!!! Ed io, tra un anno dove sarò? Che cazzo, potrei essere morta senza avere la gioia di leggere il seguito…..

Best Cover Ever

La Trama: Nei secoli un odio profondo ha diviso il lontano regno di Goredd, un odio sfociato nella più sanguinosa delle guerre: quella tra gli uomini e i draghi. Oggi, la guerra è finita e i vecchi nemici convivono pacificamente da quarant’anni. Ma tanti anni di pace non sono bastati a cancellare il passato e gli uomini non riescono ancora a fidarsi dei draghi che, sotto false sembianze, frequentano la corte e l’università. Così, mentre il quarantesimo anniversario della tregua si avvicina, le tensioni nel regno aumentano. Ogni giorno di più. Seraphina Dombegh è terribilmente spaventata: bella, giovane e piena di talento, lavora a corte come musicista quando un membro della famiglia reale viene assassinato. E le accuse ricadono su un drago. Preoccupata per il futuro del regno, e per la sua stessa vita, Seraphina inizia a indagare, attirando l’attenzione del Capo della Guardia, l’affascinante principe Lucian Kiggs. Presto i due si ritrovano coinvolti in un misterioso complotto per distruggere la pace, uniti da un sentimento che non riescono a controllare. Ma Seraphina dovrà lottare contro se stessa per soffocare quell’amore appena nato. Perché nel suo passato si nasconde un segreto. Un segreto che per nessun motivo al mondo deve essere svelato. Un segreto così terribile che potrebbe distruggere Goredd. Per sempre.

Ed ora la parola alla giurata

Con una copertina così bella non potevo lasciarmelo scappare. Assolutissimamente no. Nonostante odi il fatto di non poter leggere un seguito prima di un anno e mezzo (che palle), non mi pento di essere entrata, a fatica, nel fantastico mondo di Seraphina. Ma andiamo con ordine.

Ho fatto una fatica bestiale per più o meno il trenta per cento del libro. Ma una roba che nemmeno quando ero costretta a studiare fisica…. Giuro. Penso dipendesse da due fattori:
La Febbre Alta
L’età avanzata.
E’ stato massacrante memorizzare i nomi delle popolazioni, di alcuni personaggi e soprattutto capire la struttura della mente di Seraphina….cosa che diviene fondamentale per capire il complesso svolgersi degli eventi.

Rincoglionita come sempre, non sono riuscita ad inquadrare un’epoca storica precisa di riferimento. Ad occhio e croce, si potrebbe definire medioevale, ma ci sono piccoli segnali che confondono le acque e questo mi è piaciuto. Mi piace che in un libro fantasy anche il periodo storico non sia eccessivamente realistico. Mi è piaciuta la descrizione della cittadina, della corte, degli abiti, dei personaggi. E devo ammettere che no, non avevo capito affatto quali fossero le sembianze di Imlann in forma umana. Ero totalmente fuori strada, pur avendo intuito che non poteva essere l’ovvio o quantomeno quello più sospetto, non sono stata sufficientemente perspicace per comprendere la realtà. Un punto di vantaggio per la Hartman, che peraltro aveva disseminato il libro di indizi rivelatori.

Il libro è lungo circa 450 pagine, la metà delle quali, puramente introduttive. Cosa oggettivamente necessaria per capire la complicatissima situazione politica e la altrettanto spinosa condizione di Seraphina. Non vi spoilero nulla ma il segreto che custodisce non è roba da nulla. La prima parte, diciamo il 30 per cento, è complessa, stenta a carburare, non convince e lascia un po’ con l’amaro in bocca. Tuttavia non mi è mai passata per l’anticamera del cervello la voglia di abbandonare il tutto. Anzi, ero sempre più curiosa di capire dove voleva andare a parare. Più il libro avanza, più diventa fluido immergersi nella storia. Cominciare a parteggiare per uno o per l’altro personaggio, affezionarsi in modo indicibile ad alcuni di loro e disprezzarne apertamente altri.

Il dilemma che Seraphina deve affrontare è il perno della vicenda. Confessare o non confessare al Bastardo Lucien, che disapprova la menzogna più di qualsiasi altra cosa, il suo segreto…oppure mentire per non rischiare di essere disprezzata?

Una ragazza bella e coraggiosa, fortemente insicura a causa del suo passato e da una discendenza che non le fa onore, non ha alcun dubbio su quale fazione è meglio sostenere ora che la guerra è alle porte e che il rischio di perdere tutto ciò per cui vale la pena vivere è sempre più concreto. Si esporrà al rischio più grande scoprendo di non essere sola e di essere amata più di quanto credeva; nonostante tutto dovrà aspettare non si sa quanto prima di godere i frutti del suo coraggio.

Finisce così questo bel libro, con le ultime duecento pagine ricche di avvenimenti, lotte ed intrighi di corte. Non ci si ferma un attimo tra inseguimenti, avvelenamenti, piccoli gesti d’amore e prime palpitazioni. Si arriva al gran finale completamente imprigionati dalla storia, assetati di sapere cosa succederà di lì a qualche giorno, ossessionati dall’esigenza di conoscere meglio Lucien e Seraphina, Glisselda e Orma ed ovviamente tutti i personaggi che Seraphina incontra nel giardino della sua mente.

E’ un libro che sicuramente non fa per tutti. Difficile all’inizio, travolgente dalla metà in poi. Se amate i draghi, vi piacerà. Se vi divertite con gli intrighi di corte, vi piacerà. Se amate l’avventura, vi piacerà. Se preferite il pensiero filosofico e i trattati storici, lasciate perdere. Se cercate il classico YA allora lasciate di nuovo perdere perchè grazie a dio, ha poco a che fare anche con quel genere.

In poche parole

L’incommensurabile voglia di squame di drago sulla pelle.

Poschina

Annunci

3 thoughts on “Seraphina _ La Ragazza con il Cuore di Drago – Rachel Hartman

  1. Pingback: Febbraio 2014 – Il Listone | La Leggivora

  2. Pingback: The Chronicles of Wendells I e II – Alessandra Paoloni | La Leggivora

  3. Pingback: Innocence _ Century Child – Vibeke Elske | La Leggivora

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...