Odyssea 2 – Oltre le catene dell’orgoglio – Amabile Giusti

Vi avverto subito. Sono Odyssea addicted. Letto il primo, ho fatto i salti mortali per trovare il secondo, per poi fiondarmi a leggerlo come se non ci fosse un domani. Soddisfatta?

Odyssea2La Trama: “Sopravvissuta allo scontro all’ultimo sangue con il suo nemico mortale, Odyssea si è ormai ambientata nella cittadina nascosta oltre il Bosco di Confine. Dopo anni di peregrinazioni ha finalmente una casa e una famiglia.
Alle prese con le regole della Scuola Superiore di Magia Applicata, si immergerà nella vita che non ha mai avuto, facendo l’esperienza dell’amicizia, del confronto coi compagni, con gli insegnanti. Ma qualcuno trama nuovamente nell’ombra. Qualcuno che si nasconde tra le persone dall’apparenza innocua che la circondano e che non esita a eliminare ogni possibile impedimento alla realizzazione di un macabro obiettivo finale: uccidere lei.
Perseguitata da un’oscura presenza, Odyssea dovrà misurarsi ancora con il Male, imparando a proprie spese cosa vuol dire crescere. E mentre la vita andrà avanti, con i misteri e le sorprese di un mondo stregato che le permette di aggrapparsi all’illusione di essere una ragazza normale – tra castelli e balli di corte, draghi e unicorni, incantesimi e filtri magici, spettri ed elfi, gite scolastiche ed esami– capirà che non può sottrarsi al suo destino di vittima predestinata. Come non può sottrarsi all’amore. Jacko O’Donnell, bello e scontroso da fare male, come un fiume in piena che ormai le scorre nelle vene, travolgerà gli argini della sua innocenza e del suo cuore, rischiando quasi di perderla, pur di non sciogliere le catene dell’orgoglio che gli impediscono di ammettere che è lei che vuole.
Fino ad arrivare al feroce epilogo dal quale sarà difficile uscire vivi.”

Ed ora la parola alla giurata

Orgoglio: Stima eccessiva di sé; esagerato sentimento della propria dignità, dei proprî meriti, della propria posizione o condizione sociale, per cui ci si considera superiori agli altri: fierosmisuratovano… etc…etc…etc…

Il titolo non è certo scelto a caso. Jacko gronda orgoglio da ogni poro. Ed è dietro a questo orgoglio che si trincera per tutto il libro, convinto di fare la cosa giusta, sicuro che Odyssea non possa provare per lui sentimenti profondi, fastidiosamente certo che lei non sappia assolutamente di cosa abbia realmente bisogno.

A sua difesa devo ammettere che un po’ mi trovo d’accordo con lui. Non è poi così insensata la sua paura di legare Odyssea a sé. E’ una ragazza senza alcuna esperienza, profondamente innamorata e pronta a sacrificare qualsiasi cosa per lui. Il timore di renderla prigioniera di un sentimento così forte, lo frena dal dichiararsi apertamente. E’ convinto davvero che a lei passerà presto, o forse, semplicemente, preferisce far finta che sia così perchè in modo piuttosto contorto, gli facilita le cose. Ha dei segreti, una parte di lui che pensa potrebbe distruggere Odyssea, e non si sente ancora pronto per affrontare le conseguenze della rivelazione. Jacko la veglia come se fosse la cosa più preziosa del mondo e la respinge per non distruggere la sua purezza. Desidera che si faccia una vita senza di lui, poi ritratta tutto e le chiede di aspettarlo, di crescere, ma non troppo.

Odyssea lo osserva, si strugge, morirebbe piuttosto di dirgli quello che prova, subisce la tortura di vederlo passare di fiore in fiore, senza rendersi conto di quanto l’interesse che Jacko prova per lei sia evidente. Lindia, Letizia, Grace, Breta, Sigfrido, Jordy; persino Jacko le confessa “Se non capisci ciò che a me sembra così evidente, al punto da avere l’impressione che il mondo intero lo intuisca semplicemente guardandomi, non può che esserci una spiegazione…” e nonostante questo Odyssea non capisce. Nonostante lui sia, per essere una persona disinteressata,  irragionevolmente geloso, nonostante lui ci sia sempre, la protegga sempre, la osservi sempre con un occhio di riguardo, nonostante la maltratti come se gli fosse difficile averla vicina, Odyssea si ostina a vedere solo la superficie, senza mai cercare di arrivare al fondo. 

Avvicinandosi alla conclusione del libro, Jacko smetterà di mentire a se stesso e le dichiarerà senza vergogna quello che prova. Nonostante ciò decide di andarsene ed Odyssea, dimostrandosi di una maturità inaspettata, lo asseconda nonostante perderlo significhi per lei un’immane sofferenza.

Odyssea a questo punto rivela a Jacko che senza lui presente, Squartavene non la tormenterà più, facendogli intuire di essere a conoscenza di qualcosa sul loro futuro, e sugli eventi che hanno caratterizzato il loro passato (le famiglie di Odyssea e Jacko sono state perseguitate da Squartavene nel tentativo di impedire la nascita dei nostri eroi) ed infatti noi sappiamo che è così. Sappiamo che cosa Squartavene teme, e sappiamo anche che di questo passo le probabilità che accada si moltiplicano in modo esponenziale.

Su questo sfondo di amore contrastato, poetico, brutale e tenero, si svolge la storia.

Qualcuno trama per uccidere Odyssea, la ferisce, la spaventa, la segue nel buio. Qualcuno però che non ha i poteri. Qualcuno che si serve di persone ignare per ferirla.

Intorno a lei una corona di personaggi perfetti, ciascuno con la sua personalità, ciascuno utile alla storia. Lindia, con il suo acume in contrasto con la superficialità che la caratterizza; Rana, inaspettata confidente di Odyssea e timida cervellona. Hannah, pronta ad accettare senza remore qualsiasi cosa le venga detta. Jordy, innamorato insistente e in perenne adorazione del padre. Breta, dolce e comprensiva, spettatrice delle decisioni spesso insensate del fratello. Grace, che vede sua figlia crescere, soffrire, amare e si preoccupa perchè invece di disperarsi considerato che qualcuno cerca di ucciderla, Odyssea pensa sempre e solo a Jacko.

Alla fine di tutto, Odyssea resta sola con la consapevolezza di essere amata da Jacko, ma con il timore di non rivederlo più. Spera che un giorno Squartavene si ripresenti alla sua porta per cercare di ucciderla, significherà soltanto che Jacko è tornato. Ed è tutto ciò che davvero importa.

Come in ogni storia che Amabile ci racconta, nulla è scritto a caso. Ogni particolare apparentemente insignificante, ha una sua importanza che verrà poi chiarita a tempo debito. Ormai non posso fare a meno di Odyssea e della sua storia. Attendo con una certa ansia il terzo volume della serie, quello che ci viene anticipato online mi ha fatto venire l’acquolina in bocca….

Particolari che non riesco  togliermi dalla testa.

La casa disabitata con il petalo viola – Odyssea e Lindia sono nel cunicolo segreto e per riuscire ad uscire, Odyssea desidera tornare a casa e il cunicolo la conduce in una casa disabitata, vicino al mare, nella quale si trova un petalo viola, talmente fresco che sembra si sia appena staccato dal fiore. Qualche giorno dopo, a lezione, punta da un insetto dei desideri, Odyssea visualizza quella stessa casa. Non penso che sia casuale. Uno dei desideri di Odyssea è quella casa (il petalo deve essere necessariamente un particolare importante) e quella casa il suo inconscio la considera “casa sua” anche se in realtà lei non ne conosceva l’esistenza.

Il terzo potere – Odyssea ha il terzo potere. Quello che permette di governare il tempo. Non riesco a togliermi dalla testa che anche questa scoperta possa essere collegata alla casa con il petalo viola.

Il legame con Jacko – Ogni qualvolta Odyssea si trova in pericolo, Jacko è nei paraggi. Ok, la tiene d’occhio. Ma se ci fosse qualcosa di più? Se ci fosse una specie di legame che va oltre?

In poche parole

If you love somebody, set them free.

Poschina

Annunci

6 thoughts on “Odyssea 2 – Oltre le catene dell’orgoglio – Amabile Giusti

  1. Pingback: Gennaio 2014 – Libri letti | La Leggivora

  2. Ciao Teresa, il libro è introvabile. Purtroppo ormai rimosso da Amazon. Online se ne trovano delle copie in PDF, però ti consiglio di chiedere direttamente ad Amabile per sapere se c’è modo di comprare quello originale. Puoi scriverle tramite FB oppure sul suo blog: http://amabilegiusti.blogspot.it/

    Spero che tu riesca a trovarlo.
    Un bacio 🙂

    Mi piace

  3. uffa pero’…non si trovano da nessuna parte i libri di odyssea ma io li voglioooooooooooo come si fa?
    il cartaceo è fuori produzione in pdf non si trova nel kobo non c’è si trova solo nel kindle che non ho!!!!!
    aiutoooooooooo

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...